Investire nel Bambù

Investire nel Bambù aiuta la Green Economy

Diventa un protagonista dell’impianto di un Bambuseto

Investire nel Bambù, nella realizzazione di impianti di bambù onlymoso gigante a scopo commerciale è una concreta realtà.

Incontriamo spesso agricoltori che pur possedendo terreni e voglia di lavorare, non hanno capitali sufficienti per l’impianto, così come incontriamo persone che hanno qualche piccolo risparmio ma non hanno il tempo o la perizia necessaria a gestire in proprio un bambuseto. Mettendo insieme le forze, si può fare meglio: il nostro obiettivo è quello di permettere a tutte le persone (anche senza terreno di proprietà) di accedere al Business della coltivazione del Bambù Gigante partecipando all’investimento anche parzialmente, diventando soci (con atto notarile) di un “pacchetto chiavi in mano”. Ogni procedura, dalla messa a dimora, al mantenimento, fino al raccolto restano tutti carico della società.

Il Socio che aderisce all’iniziativa acquisendo quote di una delle Società Agricole proprietarie delle  coltivazioni di Bambù e dei terreni, ricava un beneficio economico “green” dalla vendita del legno e dei germogli nelle varie filiere commerciali.

crea insieme ad altri la tua miniera verde

Investire nel Bambù

Il business del Bambù gigante

I larghi utilizzi del bambù consentono di sfruttarlo pienamente, senza residui, dal punto di vista commerciale e rende molto conveniente investire nel Bambù. La resa un ettaro di bambù equivale ad almeno 20 ettari di boschi tradizionali, con la differenza che si pianta una sola volta e pur tagliando ogni anno il 30% della foresta non pregiudichiamo il raccolto dell’anno successivo, in quanto ogni anno con la nascita dei nuovi germogli la foresta si rigenera come e/o più dell’anno precedente, infatti il taglio annuale dei culmi più vecchi stimola la nascita dei nuovi bambù. Il bambù ha delle caratteristiche ambientali, biologiche tali da generare solo positività per l’ambiente circostante e per il terreno.

Il rendimento del Bambù gigante per ettaro

La produttività e la resa di un terreno agricolo sono due concetti differenti. La produttività è la capacità di una singola piantagione (in questo caso il bambuseto) di produrre materiale in determinate quantità. Nell’ambito della coltivazione per singolo ettaro, il bambù ha una produttività 5 volte maggiore del normale legno da costruzione o per riscaldamento. Inoltre cresce molto velocemente ed un impianto di Bambù Gigante riesce a svilupparsi in modo rapido e diventa redditizio già al terzo anno.

In secondo luogo la resa: la resa è quanto la piantagione rende in termini economici. Investire in bambù gigante è conveniente perché una volta che la produzione inizia a stabilizzarsi e le piante hanno raggiunto altezza e diametro ideali, a partire dal quinto anno, parliamo di 20.000/80.000 euro per ettaro. In più l’attività non richiede una grande manutenzione né spese di gestione particolarmente gravose.

Il bambù è una pianta che per le sue caratteristiche biologiche è inserita all’interno di ogni programma di sviluppo sostenibile, ciò significa che è una pianta per il futuro, considerata in modo positivo sia dalla legislazione dei vari paesi, sia da tutti gli esperti di agronomia ed agricoltura. L’utilizzo a basso impatto ambientale coinvolge non meno di 1500 applicazioni, in pratica il bambù non ammette materiale di scarto. Si utilizza ogni elemento del bambù gigante, perché tutti, dal germoglio ai rizomi fino al culmo, hanno un valore economico di non poco conto.

Investire nel Bambù è eco-sostenibile

Partecipa come Socio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here