Contributi dal PSR Puglia per la coltivazione di Bambù

I finanziamenti europei del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 finalmente al via

A partire dal 16 marzo 2017 sarà operativo il portale per la presentazione delle domande di contributo. I finanziamenti in favore degli agricoltori che intendano, ad esempio, realizzare investimenti finalizzati a migliorare la redditività, la competitività e la sostenibilità della propria azienda agricola, anche in filiera corta, intraprendere metodi e pratiche di agricoltura biologica, ripristinare muretti a secco, creare nuove aziende agricole (primo insediamento di giovani agricoltori) o, ancora, creare attività extra agricole (agriturismo, fattorie sociali, masserie didattiche investimenti funzionali alla produzione e alla vendita di energia da fonti rinnovabili). Potrai ottenere contributi dal PSR Puglia per la coltivazione di Bambù.

PSR Puglia per la coltivazione di BambùIl Programma contiene una serie di misure attraverso le quali verranno erogati finanziamenti in favore del settore agricolo e forestale pugliese per realizzare investimenti finalizzati a migliorare la redditività, la competitività e la sostenibilità delle aziende agricole, anche in filiera corta, intraprendere metodi e pratiche di agricoltura biologica, ripristinare muretti a secco, creare nuove imprese agricole (primo insediamento di giovani agricoltori) o, ancora, creare attività nell’ambito della diversificazione del reddito dell’impresa agricola (agriturismo, fattorie sociali, masserie didattiche). Particolarmente interessante la Misura 4.1.A del PSR Puglia per la coltivazione di Bambù che rientra a pieno titolo nelle coltura arboree.

Misura 4.1.A

Descrizione del tipo di intervento e costi ammissibili

L’operazione mira a migliorare la redditività, la competitività e la sostenibilità delle aziende agricole attraverso:

  • l’innovazione tecnologica, in particolare quella relativa all’introduzione di impianti, macchine, attrezzature e sistemi che migliorano la qualità dei prodotti e riducono i costi di produzione;
  • la riconversione varietale e la diversificazione colturale delle produzioni agricole regionali;
  • l’incremento del valore aggiunto attraverso l’integrazione orizzontale;
  • il miglioramento della sostenibilità ambientale delle attività produttive aziendali;
  • la riduzione dell’approvvigionamento energetico da fonti fossili con l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili come le biomasse, che comunque non possono derivare da coltivazioni dedicate;
  • la realizzazione di interventi mirati al risparmio idrico e all’efficientamento delle reti idriche aziendali, in nessun caso sono finanziati progetti/beneficiari che non abbiano una regolare autorizzazione per l’emungimento dell’acqua.

Sono ammissibili all’aiuto i seguenti investimenti:

  1. costruzione ex-novo e ammodernamento di fabbricati rurali da utilizzare a fini
    produttivi agricoli e zootecnici;
  2. acquisto o il leasing con patto di acquisto di macchinari nuovi e attrezzature,
    compresi i programmi informatici, che favoriscono:

    • a. l’aumento della produttività;
    • b. la razionalizzazione e la riduzione dei costi;
    • c. la riduzione del consumo energetico;
    • d. la produzione di energia da fonti rinnovabili a prevalente uso aziendale;
    • e. il miglioramento dell’efficienza e/o la riduzione delle quantità nell’uso di fertilizzanti e/o fitofarmaci;
  3. strutture aziendali di stoccaggio biomasse;
  4. investimenti per migliorare l’efficienza energetica degli edifici rurali produttivi agricoli;
  5. impianti di colture arboree;
  6. impianti, macchine e attrezzature innovativi che favoriscono il miglioramento
    dell’efficienza irrigua e l’ottimizzazione dell’uso della risorsa irrigua;
  7. interventi relativi alla realizzazione di reti distributive che consentano un
    risparmio e un miglioramento dell’efficienza dei sistemi di distribuzione e alla realizzazione di invasi di raccolta di acqua piovana di dimensione inferiore ai 250.000

Sono disponibili 1 miliardo e 640 milioni di euro di risorse pubbliche per rispondere in maniera efficace alle sei priorità economiche, ambientali e sociali che il nuovo PSR si è dato.

Informazioni PSR
Vuoi conoscere tutti i dettagli su come finanziare il tuo Bambuseto?
Powered by ARForms   (Unlicensed)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here